I benefici della Campana Tibetana

Com'è fatta una Campana Tibetana

Campana Tibetana, singing bowl

Campana Tibetana, singing bowl

La Campana Tibetana, conosciuta anche come "singing bowl", è un antico strumento musicale originario del Tibet ma diffuso anche in altre regioni asiatiche tra cui India e Nepal. Le campane tibetane producono un suono puro ed una vibrazione armonica e vengono per questo motivo utilizzate come strumenti vibrazionali. La loro origine risale a circa 3 mila anni fa ovvero a una fase storica antecedente alla nascita del Buddismo.

In quel periodo, stando a ciò che afferma la leggenda, si praticava un rituale che conferiva a gong, a campane e a cimbali sia la capacità di guarire il corpo che il potere di avvicinare l’uomo alla divinità. Dalla seconda metà del XX secolo questo oggetto venne accolto anche nella cultura occidentale e iniziò ad essere apprezzato soprattutto come strumento terapeutico. Come vedremo infatti tra poco, esso può essere utilizzato per le pratiche di suonoterapiameditazioneyoga e tanto altro ancora.

Sono formate con una lega derivante dalla fusione di sette metalli che corrispondono simbolicamente a ciascuno ai sette pianeti del sistema solare ed il loro suono è in grado di armonizzare i sette centri energetici – chakra – a seconda della nota prevalente e delle sue armoniche. Il suono caratteristico di ciascuna campana varia in base alla proporzione dei componenti della lega, alla forma ed allo spessore; e viene provocato da un batacchio di legno con il quale si possono esercitare dei rintocchi o una vibrazione sonora continua facendolo girare lungo il bordo della campana. Sebbene ciascuna campana tibetana emetta una o 2 note prevalenti, esse riproducono la vibrazione dell’OM (il mantra originario) che si è propagato al momento della nascita dell’universo.

Secondo la simbologia cosmica le relazioni tra i 7 metalli ed i pianeti è la seguente: Oro = Sole | Argento =Luna | Mercurio= Mercurio | Rame = Venere | Ferro = Marte | Stagno = Giove | Piombo = Saturno

Come si suona la Campana Tibetana

valentinayoga-suonare-campana-tibetana

Questi antichissimi strumenti possono essere suonati fondamentalmente in due modi diversi.
Il primo metodo è per percussione, come accade con i gong o con le comuni campane occidentali; in questo caso però il batacchio di legno andrà a percuotere la campana dall’esterno e non dall’interno.
Il secondo metodo è quello dello strofinamento. Con questa tecnica il batacchio viene fatto scivolare/ruotare intorno al bordo della campana, che così va a produrre un suono continuo: è da questo tipo di suono che deriva la definizione di singing bowls (ciotole sonore), con cui le campane sono anche conosciute.
Generalmente le ciotole di grandi dimensioni sono fatte per essere colpite, mentre le ciotole di medie e piccole dimensioni si possono sia colpire che strofinare.

Come ogni cosa, anche per imparare a suonare una campana è necessario prendere un po’ di pratica, ma una volta che si è imparato a suonarne una si sarà in grado di “giocare” suonando anche tutte le altre.

Innanzitutto trova un ambiente dove puoi stare in tranquillità. Mettiti in una posizione comoda sedendoti a terra su un cuscino oppure su una sedia.
Chiudi per un istante gli occhi in modo da portare il corpo e la mente a rilassarsi. Quello che serve è uno spazio tranquillo, sia dentro che fuori.

Appoggia la campana sul palmo della mano aperta con le dita ben tese (in modo che non blocchino la vibrazione della campana altrimenti il suono risulterebbe attutito o, addirittura, bloccato), oppure sostienila con le punte delle cinque dita (questa impugnatura consente la massima vibrazione della campana e, da un punto di vista simbolico, rappresenta l’energia femminile – la ciotola – sostenuta dalle cinque “buddhità”, poiché ogni dito rappresenta una forma di manifestazione del Buddha).
Con l’altra mano impugna saldamente il batacchio mantenendo il gomito rilassato e colpisci il bordo esterno della campana in modo dolce ma sicuro.
Chiudi gli occhi e goditi l’incredibile vibrazione che ne esce apprezzando i molteplici suoni che la campana racchiude.

Dopo che questi suoni sono entrati dentro di te e dopo che hai provato a suonare la campana anche con batacchi diversi (rivestiti o meno di pelle o di altro materiale), prova a passare al movimento dello strofinamento.

Ora puoi provare a “far suonare” la campana, puoi produrre quel suono speciale che si ottiene sfregando il batacchio in modo continuato lungo il bordo della campana in senso orario o antiorario.
Girando la bacchetta in senso orario, attiviamo l’’energia, espandiamo, invochiamo piani superiori di coscienza. Questo suono equilibra il nostro campo elettromagnetico (l’’aura), lo rinvigorisce e armonizza i chakra.
Facendo suonare la campana in senso antiorario, al contrario, attraiamo l’’energia verso l’’interno, ideale per la concentrazione.

Inizia quindi a strofinare il batacchio con un movimento circolare e costante sul bordo esterno della campana (è lo stesso principio del calice di cristallo che suona quando si strofina il bordo).
Assicurati di premere il batacchio con fermezza contro il bordo della campana. Il batacchio deve rimanere in costante contatto con la campana.
Sembra facile, ma non lo è! La campana suona solo se il movimento è lento, regolare e ha la giusta pressione.
Se strofini troppo velocemente non produci alcun suono.
Se lo fai con poca pressione, la vibrazione sarà appena percettibile.
Se ci metti troppa enfasi produci una vibrazione così forte che il batacchio non riuscirà a rimanere aderente al bordo della campana, inizierà a saltellare e il suono si bloccherà. Se succede, rallenta e sposta lentamente il batacchio lungo il bordo della campana

 

La Campana Tibetana e l'acqua

valentinayoga-acqua-campana-tibetana

Una campana tibetana può essere usata infine per armonizzare l’acqua. Secondo alcune teorie, l'acqua è formata da microparticelle che possono subire cambiamenti strutturali in relazione al tipo di energia con cui vengono in contatto. Se l’acqua viene sottoposta quindi ad energie positive, i suoi cambiamenti saranno geometricamente armonici mentre se viene sottoposta ad energie e a pensieri negativi, si genereranno modificazioni amorfe e prive di armonia.

Pertanto, stando a ciò che afferma questa linea di pensiero, riempiendo una campana tibetana d'acqua e suonandola concentrandosi su pensieri di serenità e di amore, si migliorerebbe l'aspetto dell'acqua e di conseguenza anche i suoi potenziali influssi benefici.

Ecco come fare:

  • prendete la vostra campana e riempitela per circa un terzo di acqua (anche la normale acqua del rubinetto va benissimo);

  • suonatela in vibrazione, facendo scorrere il batacchio sul bordo esterno, con un movimento lento e regolare;

  • l'acqua inizierà ad incresparsi, poi a "bollire", manifestando visibilmente la vibrazione sonora;

  • mantenete la "bollitura" per qualche secondo: la vostra acqua sarà energizzata dalla vibrazione della campana.

Usa l'acqua armonizzata per:

  • berla per trasmettere le vibrazioni al nostro corpo (lavarla con il detersivo dei piatti prima dell'utilizzo)
  • scaldarla prima della vibrazione per preparare una tisana
  • darla da bere ai nostri amici a quattro zampe 
  • annaffiare fiori e piante
  • utilizzarla per i lavaggi nasali con la lota
  • aggiungerla all'acqua per un bagno

 

Il massaggio sonoro con la Campana Tibetana

valentinayoga-massaggio-campana-tibetana

É una tecnica per il rilassamento profondo molto efficace. Le campane tibetane metalliche a forma di ciotola vengono adagiate sul corpo disteso e vestito e quindi fatte vibrare e suonare.
Giá dopo poche sedute possono essere raggiunti l’armonia originaria della persona, un rilassamento pieno e una percezione positiva del proprio fisico.
Si genera la base per lo sviluppo di forze autodifensive.

Si basa su concetti antichissimi sull’effetto dei suoni, come si trovano tra l’altro nelle terapie ayurvediche in India giá da 5000 anni.
In questa visione asiatica, l’uomo deriva dal suono.
Se la persona é in sintonia con se stessa e il suo ambiente si sente forte, puó condurre una vita creativa e libera, si sente felice e sana.
Molte influenze nell’educazione, la scuola, la professione, l’aumento dello stress, fattori ambientali, battaglie di tutti i giorni, ecc. compromettono quest’armonia di fondo e ci squilibrano. Per questo ci sentiamo indeboliti e siamo soggetti a malattie.

 

Ascolta il suono delle Campane Tibetane e osserva le differenze: clicca QUI!

 

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici e lasciami un commento!

Namastè ॐ