Lo yoga è lunatico?

MOON DAYS

Entrambi i giorni di luna piena e luna nuova sono osservati come festività nella tradizione di Ashtanga yoga. Qual è il motivo?

Come tutte le cose di natura acquosa (gli esseri umani sono circa il 70% di acqua), anche gli esseri umani sono influenzati dalle fasi lunari. Le fasi lunari sono determinate dalla posizione relativa della luna rispetto al sole. Le lune piene si verificano quando sole e luna sono in opposizione e lune nuove quando essi sono in congiunzione. Sia il sole che la luna esercitano una forza gravitazionale sulla terra. Le loro posizioni relative creano diverse esperienze energetiche che possono essere comparati a ciclo respiro. L'energia della una piena corrisponde alla fine di inalazione, quando la forza del prana è massima. Si tratta di un'ampia forza motrice che ci attira verso l'alto e che ci fa sentire energico ed emotivo, ma non ben fondata. Le Upanishad affermano che il prana principale risiede nella testa. Durante la luna piena si tende a essere più testarda.

L'energia della luna nuova invece corrisponde alla fine dell'espirazione quando la forza di apana è massima. Apana è la forza che ci attrae verso il basso, la forza che ci fa sentire calmi, ma appesantiti e poco inclini allo sforzo fisico e al movimento.

L'almanacco degli agricoltori raccomanda di piantare semi in prossimià della luna nuova (quando la forza è incline al radicamento) e rimuovere o potare i on fase di luna piena (quando la forza di fioritura è più forte). Praticare Ashtanga Yoga nel corso del tempo ci rende più in sintonia con i cicli naturali. Osservando giorni di luna è un modo per riconoscere e onorare i ritmi della natura in modo che possiamo vivere in maggiore armonia con esso.

Se ti è piaciuto questo articolo lasciami un commento sotto e condividilo con i tuoi amici!

Namaste ॐ