I tipi di asana

Possiamo classificare le asana (in sanscrito आसन) in base a diversi fattori: alla posizione della colonna vertebrale, alla posizione rispetto al suolo e in base all'effetto che producono alla nostra mente. la colonna vertebrale è il nostro punto di riferimento principale.

IN BASE ALLA COLONNA VERTEBRALE

PASCIMATANA: piegamenti in avanti (ad es.: navasana)

PARIVRITTI: torsioni (ad es.: Parivritta Pada Hasta Anjaneyasana)

PARSVA: piegamenti laterali (ad es.: Utthita Parsvakonasana)

PURVATANA: piegamenti indietro (ad es.: bhujangasana)

SAMASTHITI: colonna vetrebrale allineata e verticale (eccezione per savasana: allineata ma orizzontale)

PURVATANA O PASHIMATANA?

Quando siamo in dubbio se una posizione sia purvatana o pascimatana osserviamo il respiro: se si esegue inspirando è purvatana, se si esegue espirando è pascimatana.

IN BASE AL SUOLO

In secondo luogo la classificazione avviene a seconda della posizione che ha rispetto al suolo:

IN PIEDI: ad ed. Virabadhrasana

IN GINOCCHIO: ad es. Majarasana

A TERRA: ad es. Shalabasana

SEDUTI: ad es. Matsyendrasana

CAPOVOLTE: ad es. Halasana

IN BASE ALL'EFFETTO SUL PRANA

Alcune asana attivano l'energia corporea, altre la calmano, quindi possono essere classificate come:

CALMANTI: ad es. balasana

ENERGIZZANTI: ad es. danurasana

Namaste ॐ