Yoga mat: quale tappetino compro?

Che caratteristiche deve avere un buon tappetino di yoga?

Un buon tappetino fa la differenza nella pratica yoga ed è un investimento che devi fare per praticare yoga.

Anni fa c'era solo un tipo di base del tappetino yoga - in PVC e noto per la sua viscosità - e l'unica scelta possibile era quella di acquistarlo viola o blu. Oggi invece esistono tappetini yoga per soddisfare ogni preferenza e priorità.

Al di là di un colore e modello che si adatta al tuo stile di yoga, il tappetino deve poter mantenere stabilità nelle asana; ha bisogno di essere pieghevole/arrotolabile e portatile, ma deve anche essere confortevole e comodo. Puoi anche preferire un tappeto eco-friendly per essere rispettosi dell'ambiente. 

Ecco alcune caratteristiche che devi valutare al momento dell’acquisto:

 

Ad ognuno il suo stile

Il tipo di yoga che pratichi è fondamentale nella scelta del tuo tappetino yoga. Se pratichi Kundalini o uno stile statico e tranquillo, dove la maggior parte delle posizioni che esegui sono quelle sedute, allora ti consiglio di puntare sulla comodità, quindi un buon spessore sarà la tua scelta. Se invece la tua pratica è molto dinamica come Asthanga o Power Yoga, allora ti conviene acquistare un tappetino più sottile e con una texture che ti garantisca stabilità e grip anche in caso di sudorazione

 

Texture e Aderenza (grip)

Il materiale e il grip sono forse le caratteristiche principali che dovresti valutare in un tappetino. E’ importante che un tappetino ti impedisca di scivolare quando devi tenere l’asana per alcuni secondi e che ti aiuti a mantenere l'allineamento quando ci si muove da un’asana all'altra. Dovrebbe inoltre garantirti la stabilità nelle posizioni, e avere una buona aderenza con il pavimento.

Inoltre, se sei alla ricerca di un tappetino antiscivolo, dovresti evitare quelli che contengono PVC; orientati invece su quelli in gomma naturale, di juta o di cotone. Queste texture sono indicate per chi suda parecchio o fa pratiche più dinamiche.

 

Spessore

Questa caratteristica in realtà dipende dalle tue preferenze. Alcune persone preferiscono tappetini più sottili perché sono più ‘portatili’ e leggeri, mentre altre preferiscono tappetini con una maggiore imbottitura (cushion) più spessa per rendere più comode le posizioni a terra. Lo spessore ideale è dai 3mm ai 5mm. Se è troppo sottile sarà meno comodo quando sei seduto o in tutte le posizioni in cui è richiesto l’appoggio delle ginocchia. Se scegli però un tappetino troppo spesso potrebbe procurarti delle difficoltà nelle posizioni di equilibrio perdendo il tuo radicamento.

 

Materiale e Ambiente

Come yogi, ci sta a cuore il principio di Ahimsa, la non-violenza, che significa anche rispetto dell’ambiente. Chi pratica yoga non vorrebbe che alla fine il tappetino impieghi decenni prima di poter essere riciclato. Sono eco-friendly tappetini di gomma naturale, juta, sughero o cotone.

 

Prezzo: chi più spende, meno spende

Inutile dirti che esistono tappetini con prezzi molto diversi ma sicuramente un tappetino da 15€ non più avere la qualità di un tappetino da 90€. Non dico di comprare il top di gamma, dipende anche dal tuo budget, ma sicuramente un tappetino da pochi euro ti durerà meno, sarà meno confortevole e più scivoloso, questo è certo. I materiali eco-friendly sono quelli che costano di più, ma sono anche più etici. In generale ti consiglio comunque di investire un po’ di più nel tuo tappetino perché uno di buona qualità potrà sicuramente durarti più e soprattutto ti farà apprezzare al meglio questa meravigliosa disciplina.

I migliori tappetini yoga del web:

 

MANDUKA eKo Super Lite

MANDUKA eKo Super Lite

 

MANDUKA: il tappetino PRO

E' la prima scelta di molti insegnanti di yoga per una buona ragione: sono super aderenti, hanno una buona imbottitura e durano così a lungo che non dovrete nemmeno sfruttare la garanzia!

Prezzo: 42€ - 114€

 

 

 

LIFORME: segui il pattern

E’ adatto a te se presti molta attenzione agli allineamenti. La grafica stampata aiuta inoltre i neofiti a capire il corretto posizionamento dei piedi e delle mani.

Prezzo: 85£ - 115£

LIFORME

LIFORME

 

 

SUGARMAT

SUGARMAT

SUGARMAT: tappetino e salvietta 2 in1

Non servirà più mettere la salvietta sul tuo tappetino: il suo in tessuto sintetico scamosciato favorirà il miglior grip, anche nelle condizioni più umide. Collezioni e colori in continuo aggiornamento. Consigliato per chi pratica Hot Yoga, Bikram Yoga e Yoga dinamico. Plus: con solo 3,99$ potrai stampare il tuo nome o la frase che preferisci!

Prezzo: 89$

 

YOGA DESIGN LAB: ispirato AI COLORI DI Bali

E’ adatto a te se vuoi rompere la monotonia dei soliti tappetini. Supercolorato, leggero, antiscivolo ed eco-friendly! Lo trovi anche su Amazon.

Prezzo: 72€

YOGA DESIGN LAB

YOGA DESIGN LAB

prAna: 100% naturale

E’ adatto a chi è particolarmente alto o desidera un tappetino più grande della norma. E’ 100% in gomma naturale (l’odore della gomma impiegherà un po’ di tempo a scomparire), ha un buon grip e uno spessore adatto alle posizioni sedute e sulle ginocchia.

Prezzo: 48$ - 90$

 

BAREFOOT: ritorno alle origini

Prodotto in gomma naturale e tela di iuta, per questo è uno tra i più sostenibili sul mercato. La juta rende il tappetino traspirante, confortevole, stabile e di lunga durata, e gli antichi Yogi lo sapevano bene!

Prezzo: 45$

YOGA MAT IN JUTA

YOGA MAT IN JUTA

ReYOGA

ReYOGA

ReYoga: orgoglio italiano

Elastico, impermeabile, resistente, inodore, ipoallergenico, facilmente lavabile e, soprattutto, interamente riciclabile e biodegradabile. Sono disponibili anche le versioni per bambini e in sughero. Creato per essere riciclato!

Prezzo: 29€ - 140€

 

Buona ricerca :-)

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici e lasciami un commento!

Namastè ॐ

 

 

SCOPRI ANCHE: